La vita è breve, eccetera

C’è qualcosa nella scrittura di Veronica Raimo che riesce a toccare quella parte di me più folle e disperata alla quale ho paura di dar voce. Lei invece ci riesce e bene e in questa serie di racconti ci si imbatte in stili diversi, non sempre omogenei ma incredibilmente ironici e duri al tempo stesso.

Sono racconti scritti in periodi e momenti diversi, dal 2007 al 2023, alcuni sembrano essere tentativi, inciampi, qualcosa di non perfettamente riuscito ma che raccontano sempre qualcosa di indicibile con sfumature mai banali.

Non c’è la voglia di scoprire realmente chi è ma piuttosto scendere a patti con l’autoingannarsi per sopravvivere all’assurdità di questo mondo dove “la sensazione di essere al tempo stesso invisibile e ingombrante” è un continuo ritornare nella vita. 
C’è della malinconia nei racconti di Raimo e se “lasciarsi è non finire” allora anche il prendersi troppo sul serio non va bene, perché in fondo “la vita è breve, eccetera.”



Titolo: La vita è breve, eccetera

Autore: Veronica Raimo

Editore: Einaudi

Avatar photo
Laureata in filosofia, giornalista pubblicista, podcaster, formatrice, amo i gatti, i libri e viaggiare.
Articolo creato 121

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto