Elogio del fallimento

“La parola «errore» rimanda all’idea di incespicare e cadere in fallo, ma richiama anche il concetto di vagare lungo una strada peregrina e imprevedibile”.
Se pensiamo al cavaliere errante del medioevo, scrive Francesca Corrado autrice del libro e ideatrice della prima Scuola di Fallimento, l’idea dell’errare già prende un’ottica diversa, quella dell’avventura, del percorrere una strada non sempre lineare, talvolta folle, un vagabondare che può però portarci ad una metà fondamentale.

È difficile capire quello che accade ogni giorno e che talvolta ci porta a commettere degli errori ma imparare dai fallimenti, guardare indietro con consapevolezza, accogliere lo sbaglio come qualcosa di prezioso dal quale imparare, può fare davvero la differenza.

Sbagliando s’impara.
Quante volte ci è stato detto da piccoli? Eppure se è proprio cadendo e rialzandoci che abbiamo imparato a camminare, crescendo però gli errori li viviamo con ansia, frustrazione, paura.
È cambiando il modo in cui pensiamo il fallimento che impareremo ad osare, che “lo sbaglio è un abbaglio da cui possiamo imparare”, che senza l’errore da un percorso, una regola non troveremo mai una soluzione originale: la nostra.
L’unico vero errore sarà quello da cui non apprenderemo alcuna lezione.

Questo libro è da leggere, rileggere, consigliare, regalare, condividere, può trasformare l’errore in una filosofia di vita e anche se non ci porterà a fallire meno, ci porterà, forse, a fallire meglio.


Titolo: Elogio del fallimento

Autrice: Francesca Corrado

Editore: Sperling & Kupfer

Avatar photo
Laureata in filosofia, giornalista pubblicista, podcaster, formatrice, amo i gatti, i libri e viaggiare.
Articolo creato 120

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto